1. Home
  2. /
  3. Prodotti
  4. /
  5. Sud come Europa Carteggio...

Sud come Europa Carteggio (1954-1960)

15.00

Product ID: 7128Collana: 2Codice ISBN: 978-88-3629-099-4
Categoria: letteratura italiana/carteggi
Numero di pagine: 164
Data di pubblicazione: 22/07/2021

Descrizione

I percorsi intellettuali di Vittorio Bodini e Leonardo Sciascia occupano un posto di
primo piano nella storia della cultura (non solo meridionale) del Novecento. Quello
che emerge dal loro carteggio è l’affascinante profilo di due scrittori curiosi e poliglotti,
poeti e narratori di talento e dalle letture sterminate, con una tensione mai dismessa
verso la mappatura di esperienze poetiche e letterarie che dalla provincia del Sud
approdano in Europa e arrivano fino al mondo arabo-ispanico. Forse le pagine più
rivelatrici dell’epistolario sono proprio quelle incentrate sull’attività di traduzione e
promozione editoriale; in particolare sui progetti portati a compimento e su altri mai
realizzati, come un’antologia della poesia spagnola contemporanea o una collana
dedicata alle scritture antiche e moderne del Mediterraneo.
Intanto, Sciascia e Bodini perfezionavano il rispettivo apprendistato letterario con la
pubblicazione di opere fondamentali quali Le parrocchie di Regalpetra (1956), Dopo
la luna (1956) e la traduzione del Chisciotte di Cervantes (1957).

VITTORIO BODINI
(Bari 1914 – Roma 1970), oltre che poeta tra i più originali e significativi del
Novecento, è stato anche narratore, critico, operatore culturale.
È considerato uno tra i maggiori interpreti e traduttori italiani della lingua spagnola.
Studioso del Barocco, del Teatro di Lorca, di Cervantes e dei poeti surrealisti
spagnoli, ha scritto prose, saggi critici e raccolte di poesie.

LEONARDO SCIASCIA
(Racalmuto 1921 – Palermo 1989) è ormai considerato un classico del Novecento. Il suo
profilo è quello di uno scrittore europeo, in contatto soprattutto con la letteratura francese (da
Stendhal a Diderot, fino ai philosophes) e spagnola, della quale è stato traduttore autodidatta
oltre che studioso “dilettante”.

Vittorio Bodini (Bari 1914 – Roma 1970), leccese di famiglia e di formazione, è considerato tra i maggiori interpreti e traduttori italiani della letteratura spagnola (Lorca, Cervantes, Salinas, Rafael Alberti, Quevedo). Fondamentali sono ancora oggi i suoi studi: I poeti surrealisti spagnoli (Torino 1963) e Sul Barocco di Góngora (Roma 1964). Oltre che traduttore, Bodini è stato soprattutto un poeta che ha attraversato, con ironia quasi picaresca, tutte le fasi cruciali del Novecento europeo. Per Besa editrice, nella collana Bodiniana, sono già uscite le edizioni critiche di molte sue opere.



Recensioni

Dello stesso autore

Products InautoreBodini, Vittorio,

73048 Nardò (LE)
Via Duca degli Abruzzi, 13